DA APICIO A … SCAPECE – LA STORIA DELL’UOMO ATTRAVERSO IL CIBO

0 0
Read Time:1 Minute, 43 Second

Serata di letteratura e cultura culinaria sabato 22 febbraio da LUX IN FABULA. Nella sede dell’associazione presieduta da Claudio Correale, per la rassegna QUATTRO CHIACCHIERE CON L’AUTORE, l’archeologa Anna Abbate ha presentato il suo libro DA APICIO A APICIO A … SCAPECE –LA STORIA DELL’UOMO ATTRAVERSO IL CIBO edito da Valtrend.

Mediante l’utilizzo di un linguaggio semplice e lineare, senza mai sfociare nell’accademismo, affinché tutti potessero seguirla, supportata da una serie di slide, l’autrice ha spiegato ai presenti in sala come l’evoluzione umana sia stata influenzata anche dal cambiamento delle abitudini alimentari. In primis dal passaggio dal mangiare la carne cruda a quella cotta sul fuoco. Ciò modificò la struttura mascellare dell’uomo il quale, non dovendo più strappare la carne con i canini bensì masticarla con i molari, ne variò l’aspetto del viso passando dal mento prominente a quello che conosciamo oggi.

In un ideale viaggio culinario iniziato nella preistoria e conclusosi ai giorni nostri, l’Abbate ha spiegato per sommi capi le abitudini alimentari dei vari popoli che nel corso dei millenni si sono succeduti sul pianeta, soffermandosi a quelle dei romani. In particolare alla figura di Marco Gavio Apicio, che ci ha lasciato un ricco e colorito ricettario, ideatore della cucina alla scapece basata sull’utilizzo dell’aceto al fine di ammortizzare il cattivo sapore dei cibi visto che all’epoca, non essendoci conservanti e il sale era un lusso che potevano permettersi in pochi, bastavano pochi giorni perché la carne e il pesce andassero a male. Tale stratagemma, dispiace dirlo, è tuttora utilizzato da diversi ristoratori al fine di propinare ai clienti prodotti di bassa qualità!

Il prossimo appuntamento per la rassegna è previsto sabato 14 marzo con il poeta Mimmo Grasso. Mentre sabato 29 febbraio e sabato 7 marzo, per celebrare i cinquant’anni dallo sgombero del Rione Terra, a Palazzo Migliaresi e Palazzo De Fraia si terranno dei convegni e delle mostre sull’argomento organizzate da LUX IN FABULA ai quali parteciperanno studiosi, storici, giornalisti e funzionari della soprintendenza.

About Post Author

vincenzo giarritiello

Nato a Napoli nel 1964, Vincenzo Giarritiello fin da ragazzo coltiva la passione per la scrittura. Nel 1997 pubblica L’ULTIMA NOTTE E ALTRI RACCONTI con Tommaso Marotta Editore; nel 2000 LA SCELTA con le Edizioni Tracce di Pescara. Nel 1999 la rivista letteraria L’IMMAGINAZIONE pubblica il suo racconto BARTLEBY LO SCRIVANO… EPILOGO, rivisitazione del famoso racconto di H. Melville. Dal 2002 al 2009 ha coordinato laboratori di scrittura creativa per ragazzi tra cui uno presso la sezione femminile dell’IPM di Nisida, esperienza che racconta nel libro LE MIE RAGAZZE – RAGAZZE ROM SCRIVONO edito nel 2019. Tra il 2017 e il 2020 ha ristampato L’ULTIMA NOTTE e pubblicato SIGNATURE RERUM (il sussurro della sibilla), RAGGIOLO, UNO SCORCIO DI PRADISO IN TERRA e la raccolta di racconto L’UOMO CHE REALIZZAVA I SOGNI. Nel 2020 ha pubblicato con le edizioni Helicon il romanzo IL RAGAZZO CHE DANZÒCON IL MARE. Ha collaborato e collabora con diverse associazioni culturali (Magaris; Lux in fabula), con riviste cartacee e digitali tra cui IL BOLLETTINO FLEGREO, NAPOLI PIÙ, MEMO, GIORNALE WOLF, COMUNICARE SENZA FRONTIERE, QUICAMPIFLEGREI.IT. Nel 2005 ha aperto il blog LA VOCE DI KAYFA e nel 2017 LA VOCE DI KAYFA 2.0. Dal 2019 ha attivato il sito www.vincenzogiarritiello.it. Per la sua attività di scrittore e poeta in vernacolo ha ricevuto riconoscimenti letterari.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *