POZZUOLI: DUE VOLUMI CURATI DA MAURIZIO ERTO PER CELEBRARE I 50 ANNI DELL’EVACUAZIONE DEL RIONE TERRA

0 0
Read Time:2 Minute, 56 Second

Di seguito il mio articolo pubblicato su QuiCampiFlegrei.it relativo alla presentazione al Rione Terra dell’opera POZZUOLI 1970-2020 curata da Maurizio Erto

Agli inizi di marzo di quest’anno per celebrare i 50 anni dello sgombero del Rione Terra fu organizzata a Palazzo Migliaresi, a Pozzuoli, la presentazione dell’opera editoriale “Pozzuoli 1970-2020” composta dai volumi “La cronaca, la storia, la memoria” e “Le fotografie dello sgombero”, entrambi curati da Maurizio Erto per D’Amico Editore.

Purtroppo anche in questo caso il covid impose agli organizzatori di rinviarla a data da destinarsi, ripiegando su internet con la messa in rete di una breve intervista all’autore caricata su youtube e diffusa sul canale tv di Dialogos comunicazione (per vedere l’intervista cliccare su Dialogos Tv.)

Una commemorazione storica così importante, soprattutto per quei puteolani che, a distanza di anni, quando raccontano quello che accade tra il 2 e il 4 marzo 1970 lo fanno con le lacrime agli occhi e usano senza giri di parole il termine deportazione – non solo semplici cittadini, ma studiosi e scienziati accreditati sostengono che lo sgombero non era affatto necessario; che non c’era alcun rischio imminente di eruzione che lo motivasse, alimentando il dubbio che l’evacuazione fu messa a punto da una certa politica in accordo con la speculazione edilizia che da tempo aveva messo gli occhi sulla Rocca (qualcuno sostiene che l’evacuazione del Rione Terra fosse nei programmi già a partire dagli inizi del novecento) – non poteva limitarsi al virtuale, seppure durante il lockdown è stato proprio grazie a questa soluzione se molte realtà associative impegnate sul territorio hanno continuato, seppure a scartamento ridotto, l’attività divulgativa e culturale. Tra queste spicca Lux In Fabula che ha fornito dal proprio Archivio del Bradisismo settantasei scatti di Antonio Grasso che, unitamente ad altre dieci immagini della Rocca realizzate nel 1979, raccontano quei drammatici giorni raccolte nel secondo volume.

Limitare la celebrazione dello sgombero del Rione Terra sui canali social sarebbe stata un’offesa per quanti all’epoca dell’evacuazione in un attimo si videro depredati della propria esistenza, senza contare le tante vittime di incidenti stradali avvenuti sulla Domiziana durante i trasferimenti con mezzi propri nei vari centri di raccolta allestiti sul litorale flegreo.

Grazie alla manifestazione POZZUOLI ESTATE 2020 organizzata dall’Assessorato al Turismo e allo Spettacolo del comune di Pozzuoli con l’allestimento di un cartellone di eventi e spettacoli all’aperto a Largo Sedile dei Nobili, davanti Palazzo Migliaresi, venerdì 11 settembre sul Rione Terra ha avuto finalmente luogo la presentazione dell’opera “Pozzuoli 1970 -2020”.

La presenza di un pubblico numeroso e attento, malgrado le norme anticovid abbiano costretto gli organizzatori a limitare gli accessi, ha sancito il successo della manifestazione a cui hanno partecipato oltre a Maurizio Erto curatore dell’opera: Claudio Correale (presidente di Lux In Fabula), Elonora Puntillo (giornalista), Ciro Biondi (giornalista), Roberto Scandone (vulcanologo), Costanza Gialanella (archeologa),  Gennaro Di Fraia (archeologo), Fabio Cutolo (archivista-ricercatore) e Antonio Isabettini (maestro d’arte). Letture di Angela Cordova e Roberto Riccio. Moderatore della serata il giornalista Marco Molino.

Hanno collaborato “La cronaca, la storia, la memoria”: Lisetta Giacomelli, Angela Giustino, Giovanna Buonanno, Gemma Russa, Gennaro Gaudino, Angela Schiavone, Luisa De Franchis.

Unica nota stonata le due gru del cantiere di ricostruzione del Rione Terra svettanti al cielo dai tetti delle case e dei palazzi ormai da oltre venticinque anni, triste testimonianza e presagio che il futuro della Rocca è tutt’altro da definirsi e chissà per quanto tempo ancora lo sarà!

About Post Author

vincenzo giarritiello

Nato a Napoli nel 1964, Vincenzo Giarritiello fin da ragazzo coltiva la passione per la scrittura. Nel 1997 pubblica L’ULTIMA NOTTE E ALTRI RACCONTI con Tommaso Marotta Editore; nel 2000 LA SCELTA con le Edizioni Tracce di Pescara. Nel 1999 la rivista letteraria L’IMMAGINAZIONE pubblica il suo racconto BARTLEBY LO SCRIVANO… EPILOGO, rivisitazione del famoso racconto di H. Melville. Dal 2002 al 2009 ha coordinato laboratori di scrittura creativa per ragazzi tra cui uno presso la sezione femminile dell’IPM di Nisida, esperienza che racconta nel libro LE MIE RAGAZZE – RAGAZZE ROM SCRIVONO edito nel 2019. Tra il 2017 e il 2020 ha ristampato L’ULTIMA NOTTE e pubblicato SIGNATURE RERUM (il sussurro della sibilla), RAGGIOLO, UNO SCORCIO DI PRADISO IN TERRA e la raccolta di racconto L’UOMO CHE REALIZZAVA I SOGNI. Nel 2020 ha pubblicato con le edizioni Helicon il romanzo IL RAGAZZO CHE DANZÒCON IL MARE. Ha collaborato e collabora con diverse associazioni culturali (Magaris; Lux in fabula), con riviste cartacee e digitali tra cui IL BOLLETTINO FLEGREO, NAPOLI PIÙ, MEMO, GIORNALE WOLF, COMUNICARE SENZA FRONTIERE, QUICAMPIFLEGREI.IT. Nel 2005 ha aperto il blog LA VOCE DI KAYFA e nel 2017 LA VOCE DI KAYFA 2.0. Dal 2019 ha attivato il sito www.vincenzogiarritiello.it. Per la sua attività di scrittore e poeta in vernacolo ha ricevuto riconoscimenti letterari.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *