Raggiolo: grande successo per la Festa della Castagnatura

0 0
Read Time:2 Minute, 11 Second

Fino all’ultimo gli organizzatori hanno confidato nella clemenza di Giove Pluvio per scongiurare le previsioni che per il fine settimana davano pioggia. Alla fine la loro fiducia nella divinità è stata premiata e la Festa della Castagnatura organizzata a Raggiolo/AR sabato 30 e domenica 31 ottobre si è svolta senza intoppi, facendo registrare un successo di pubblico al di là delle più rosee previsioni a conferma di quanto la gente fosse alla ricerca di “normalità” dopo quasi due anni di restrizioni dovute alla pandemia.

Il classico clima autunnale di montagna – il cielo pallido rendeva i colori sbiaditi infondendo un che di misterioso al paesaggio, il manto di foglie secche e gusci di castagne ricopriva le strade e i sentieri scricchiolando ogni volta che veniva calpestato dai visitatori, la temperatura fresca, il fumo dei camini e delle stufe che usciva dai comignoli delle case tracciando il cielo con dense scie che svanivano al vento –  ha reso la giusta atmosfera per lo svolgimento dell’evento organizzato dalla Brigata di Raggiolo dallo scorso ottobre presieduta da Francesco Franceschini succeduto a Paolo Schiatti.

Uno sfolgorio di colori e sapori ha rianimato per due giorni uno dei borghi più belli d’Italia, accogliendo con calore i tanti turisti che hanno approfittato del ponte di Ogni Santi per recarsi ad assistere alla Festa della Castagnatura dove protagonista assoluta è la castagna, frutto che per secoli ha nutrito intere generazioni di raggiolatti. Godendo non solo della calorosa accoglienza degli abitanti del posto, ma per ritrovarsi tutti in piazza seduti ai tavoli gustando carne alla brace, bevendo vin brûlé e mangiando caldarroste arrostite in un enorme padella da castagne, mentre il ceppo ardeva e la fiamma viva si levava al cielo rischiarando le tenebre in un’atmosfera da sogno.

La festa ha offerto ai turisti un nutrito calendario di eventi che non solo celebravano la castagna ma prevedevano dibattiti sulla tradizione e raduni negli essiccatoi per ascoltare storie e favole raccontate da Samuele Boncompagni e Andrea Schiatti mentre il fuoco schioppettava sulla pietra riscaldando l’ambiente. O semplicemente passeggiando per le vie del paese apprezzandone la bellezza e il paesaggio.

La presidenza di Franceschini non poteva iniziare meglio. Un buon viatico che lascia ben sperare per il futuro non solo personale del neo presidente, ma soprattutto del paese che nell’impegno della Brigata e dei tanti raggiolatti che si rimboccano le maniche affinché Raggiolo serbi le proprie tradizioni trova un punto di forza per un futuro sempre più roseo all’insegna del turismo di élite, non intaccando le caratteristiche del luogo bensì esaltandole.

LE FOTO SONO STATE GENTILMENTE CONCESSE DA PAOLO SCHIATTI

About Post Author

vincenzo giarritiello

Nato a Napoli nel 1964, Vincenzo Giarritiello fin da ragazzo coltiva la passione per la scrittura. Nel 1997 pubblica L’ULTIMA NOTTE E ALTRI RACCONTI con Tommaso Marotta Editore; nel 2000 LA SCELTA con le Edizioni Tracce di Pescara. Nel 1999 la rivista letteraria L’IMMAGINAZIONE pubblica il suo racconto BARTLEBY LO SCRIVANO… EPILOGO, rivisitazione del famoso racconto di H. Melville. Dal 2002 al 2009 ha coordinato laboratori di scrittura creativa per ragazzi tra cui uno presso la sezione femminile dell’IPM di Nisida, esperienza che racconta nel libro LE MIE RAGAZZE – RAGAZZE ROM SCRIVONO edito nel 2019. Tra il 2017 e il 2020 ha ristampato L’ULTIMA NOTTE e pubblicato SIGNATURE RERUM (il sussurro della sibilla), RAGGIOLO, UNO SCORCIO DI PRADISO IN TERRA e la raccolta di racconto L’UOMO CHE REALIZZAVA I SOGNI. Nel 2020 ha pubblicato con le edizioni Helicon il romanzo IL RAGAZZO CHE DANZÒCON IL MARE. Nel 2021, sempre con le Edizioni Helicon, ha pubblicato il romanzo UN UOMO BUONO (mio padre malato di Alzheimer). Ha collaborato e collabora con diverse associazioni culturali (Magaris; Lux in fabula), con riviste cartacee e digitali tra cui IL BOLLETTINO FLEGREO, NAPOLI PIÙ, MEMO, GIORNALE WOLF, COMUNICARE SENZA FRONTIERE, QUICAMPIFLEGREI.IT. Nel 2005 ha aperto il blog LA VOCE DI KAYFA e nel 2017 LA VOCE DI KAYFA 2.0. Dal 2019 ha attivato il sito www.vincenzogiarritiello.it. Per la sua attività di scrittore e poeta in vernacolo ha ricevuto riconoscimenti letterari.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.