UN UOMO BUONO (mio padre malato di Alzheimer)

Oltre a quello con le pizze, a ricordarmi il calore familiare c’è un altro cartoccio che papà spesso aveva con sé quando la domenica rientrava a casa dalle sue passeggiate per il centro storico o dal lavoro se c’era dello straordinario da sbrigare. Mi riferisco a quello dei dolci che comprava in pasticceria lungo la strada prima di rincasare. A quei tempi la domenica era davvero un giorno di festa con una propria sacralità che tutti rispettavano, compresi i commercianti che si guardavano bene dall’alzare le saracinesche anche in quell’occasione.

Continue Reading

UN UOMO BUONO (mio padre malato di Alzheimer)

“Perché raccontare in un libro una delle esperienze più devastanti della mia famiglia? Probabilmente per esorcizzarla! Ripercorrere con la mente, passo dopo passo, quegli interminabili anni in cui, insieme a mia sorella e mia madre, assistetti papà ammalato di Alzheimer mi è servito a purificare la mente e, soprattutto, l’anima dalle scorie del dolore lasciate da quegli eventi. […]

Continue Reading